ANALISI TERMOGRAFICA


termografia veterinaria

La termografia è considerata una tecnica di imaging diagnostico e, poiché si basa sulla parte infrarossa della radiazione elettromagnetica, è completamente non invasiva sia per l’operatore sia per il soggetto ripreso.

Essa fornisce informazioni sulla localizzazione dell’area patologica e informazioni di carattere fisiologico, ma in genere non anatomico, e non è in grado di fornire informazioni sull’eziologia della patologia in esame. È però possibile elaborare sequenze dinamiche di immagini termiche e video, ottenendo l’evoluzione nel tempo di processi non visualizzabile con altre tecniche.

Il funzionamento della termocamera si basa sulla rilevazione senza contatto dell’energia termica emessa dagli oggetti con detector aventi proprietà piroelettriche. Questa energia viene poi convertita attraverso circuiti integrati in un segnale elettronico che viene in seguito elaborato da software specifici al fine di produrre immagini digitali e realizzare calcoli analitici della temperatura attraverso il computer.

La visualizzazione delle immagini ad infrarosso, immagini termiche o radiazioni di calore, viene fatta utilizzando diverse colorazioni in scala per mettere in evidenza i punti caldi, quelli freddi e le differenze di calore esistenti tra le varie parti della superficie esaminata. Si ottiene così una rappresentazione del gradiente termico tra zone diverse del corpo e un modello della distribuzione termica dell’oggetto.

 

L'INDAGINE TERMOGRAFICA OLTRE AD ESSERE UTILIZZATA NEL SETTORE EDILE ED IMPIANTISTICO E' OGGI FREQUENTEMENTE UTILIZZATA ANCHE NEL SETTORE DELLA DIAGNOSI VETERINARIA PER IL MONITORAGGIO DELLO STATO FISICO DEI CAVALLI, IN MODO DA INTERVENIRE ANZITEMPO SU INFIAMMAZIONI LOCALIZZATE  

settore edile ed impiantistico

settore veterinario ed equino


Termografia veterinaria

Nel settore veterinario la termografia rappresenta una tecnica di imaging diagnostico, e poiché si basa sulla parte infrarossa della radiazione elettromagnetica, è completamente non invasiva sia per l’operatore sia per il soggetto ripreso. 

Essa fornisce informazioni sulla localizzazione dell’area patologica e informazioni di carattere fisiologico, ma in genere non anatomico, e non è in grado di fornire informazioni sull’eziologia della patologia in esame.


termografia e diagnosi energetica - caso pratico per un data center -

Un audit energetico significativo è stato effettuato per alcuni Data Center Wind (Main Site) [vedi "Efficienza Energetica Data Center"], per i quali è stato possibile "fotografare" l'attuale situazione dei consumi energetici, individuare i "capitoli" critici per poter migliorare il livello del PUE (Power Usage Effectiveness), e proporre così soluzioni di efficienza energetica con payback inferiori a 3 anni.

Per i Data Center esaminati sono state redatte le relazioni di Diagnosi Energetiche, in conformità a quanto previsto nell’ allegato A del D.Lgs. 102/2014, con lo scopo di efficientare energeticamente il sito esaminato, individuando mediante specifico e mirato audit energetico le criticità e proponendo le azioni migliorative per efficientare il Data Center.        

La Diagnosi energetica è eseguita mediante anche mediante l'uso della termocamera, procedendo nella seguente modalità:

- è stata effettuata l’analisi dei consumi per "fotografare" lo stato attuale dei consumi energetici;

- è stato esaminato lo stato degli impianti tecnologici (elettrici, termici e di condizionamento) esistenti per l’individuazione di eventuali situazioni di criticità,

- è stata proposta la soluzione impiantistica atta ad efficientare il sito con redazione di specifico Business Case in cui è stato individuato il relativo PayBack 


PROGETTAZIONE IMPIANTI

L'esperienza maturata nella progettazione di impianti tecnologici (ospedalieri, elettrici industriali in media e bassa tensione, termici, di condizionamento), nella progettazione di impianti rinnovabili (fotovoltaico, biomassa), nella progettazione di impianti di microcogenrazione, nella progettazione impianti di cogenerazione, e la conoscenza di specifiche normative vigenti nel settore delle rinnovabile, che permettono di ottenere degli incentivi, mi permette di valutare, in funzione della particolare circostanza, quale sia la migliore soluzione da adottare in termini di rapporto qualità/prezzo.

Impianti Ospedalieri, radiofarmacia, cogenerazione, fotovoltaici, termici radianti

IMPIANTI OSPEDALIERI

Impianti ospedalieri

 La progettazione degli impianti ospedalieri riguarda tutti gli impianti elettrici, termici e di condizionamento riferiti ai diversi reparti ospedalieri (Diagnostica per Immagine, Risonanza Magnetica Nucleare, Terapia intensiva, Sale operatorie, sale angiografiche etc....). 

impianti rinnovabili

Impianti di microcogenerazione e cogenerazione a biomassa

La progettazione degli impianti rinnovabili riguarda l'impianto fotovoltaico di piccole, medie e grandi dimensioni, impianti a pompa di calore, impianti di cogenerazione a biomasssa. Gli impianti descritti sono sviluppati per la produzione di energia elettrica ed energia termica; produzione combinata nel caso di impianti di cogenerazione. 

impianti di microcogenerazione

Impianti di cogenerazione

La progettazione degli impianti di microcogenerazione e cogenerazione alimentati a gas si concentrata sull'uso combinato dell'energia elettrica e dell'energia termica per far si che l'impianto stesso possa operare in assetto C.A.R (Cogenerazione ad Alto Rendimento) ed accedere al sistema dei Titoli di Efficienza Energetica (TEE) secondo il DM 05/09/2011. 


SICUREZZA SUL LAVORO - R.S.P.P.

La formazione in materia di Sicurezza negli ambienti di lavoro mi ha permesso di propormi come RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) esterno obbligatorio in tutte le aziende in cui sia presente almeno un lavoratore.

In questo modo ho alleggerito il Datore di Lavoro da una serie di incombenze, oltre al fatto che la valutazione dei rischi nell'ambiente di lavoro, effettuata da un Consulente esterno risulta essere molto più "obiettiva".

Rspp commercio al dettaglio

Sicurezza negli ambienti di lavoro con l'assunzione del ruolo di RSPP (Responsabile Servizio di Prevenzione e Protezione) esterno per tutte le attività.

 

Macrosettori di interesse: - Agricoltura, Pesca, Estrazioni Minerarie-Costruzioni, Industrie alimentari tessili, Abbigliamento, Cuoio, Legno, Carta, Editoria, Stampa, Produzione e lavorazione metalli, Autoveicoli, Mobili, Produzione e Distribuzione Energia Elettrica, Gas, Acqua, Smaltimento rifiuti, Raffinerie, Industria chimica, Plastica, Commercio ingrosso e dettaglio, Carrozzerie, Lavanderie, parrucchieri, Pasticcieri, Sanità, Servizi Sociali, Pubblica Amministrazione, Servizi domestici 

Sicurezza negli ambienti di lavoro



EFFICIENTAMENTO ENERGETICO

Il capitolo dell'efficienza energetica ha aperto nuovi scenari (consulta la sezione work in progress) sul come risparmiare producendo energia e come abbinare tra loro diverse tecnologie, focalizzando l'attenzione sulla potenziale razionalizzazione dei consumi energetici, congiuntamente alla possibilità di richiedere ed ottenere determinati incentivi.

 

Piccole e medie imprese hanno la necessità di razionalizzare i propri consumi attraverso interventi, in grado di generare investimenti che possano essere ripagati in un tempo ragionevole (breve-medio periodo).

 

Un approccio integrato, mediante specifica diagnosi energetica, permette di prevedere l'analisi delle prestazioni energetiche dei singoli processi industriali, da cui individuare soluzioni specifiche di riduzione dei consumi e dei costi adottando opportune soluzioni tecnologiche.